Alicia Erian

Beduina

Alicia Erian

Beduina

Traduzione di Giuseppina Oneto
Fabula, 172
2005, 4ª ediz., pp. 349
isbn: 9788845920196
Temi: Letteratura nordamericana
€ 18,00 -15% € 15,30
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
«Il fidanzato di mia madre si è preso una cotta per me e lei mi ha mandato a vivere con papà». Come i lettori hanno modo di scoprire fin dalla prima riga, Jasira, l’adolescente protagonista di questo romanzo, tende a saltare i preliminari. Ma forse, come il fuori campo dei molti film a cui questa storia in qualche modo rimanda, sa che non esiste un modo piacevole, o garbato, o indolore, per dire quello che ha da dire: quindi lo dice e basta. E ci parla di papà, appunto, un ingegnere spaziale che lavora a Cape Canaveral ma ha nel sangue, e nelle mani, la violenza del Medio Oriente da cui proviene; del signor Vuoso, patriottico e muscoloso vicino di casa e collezionista di «Playboy», che del padre è il peggior nemico e di Jasira il primo seduttore; dei compagni di scuola che la chiamano «beduina», di giochi che un tempo si sarebbero detti proibiti e di molto altro ancora. Sullo sfondo, freddo e acido, l’America suburbana negli anni della prima guerra del Golfo, dove il mondo che oggi abbiamo intorno stava vivendo la sua sinistra incubazione. E se la voce di Jasira ci regala a ogni pagina quanto di meglio a un racconto si può chiedere – tensione, humour (anche provocatorio), coinvolgimento –, lo sguardo di Alicia Erian si rivela uno dei più sorprendenti e singolari di questi anni.
Altre edizioni
2008, pp. 349
€ 12,00 -20% € 9,60