Glenway Wescott

Il falco pellegrino

Glenway Wescott

Il falco pellegrino

Una storia d’amore
Traduzione di Marina Antonielli
Fabula, 142
2002, 2ª ediz., pp. 98
isbn: 9788845916939
Temi: Letteratura nordamericana
€ 12,00 -5% € 11,40
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
Ha scritto Christopher Isherwood che Il falco pellegrino è «uno di quei capolavori in cui è sempre più raro imbattersi». Romanzo perfetto, capace di sorprendere riga dopo riga, può essere accostato al Buon soldato di Ford Madox Ford: per l'intensità, ma soprattutto perché entrambi hanno come oggetto la passione nei suoi aspetti più tenebrosi e immedicabili. Sul finire degli anni Venti, in un indolente pomeriggio di primavera, una giovane ereditiera americana, che ospita nella sua casa di campagna in Francia un amico, scrittore fallito e io narrante, riceve la visita dei Cullen, perfetti esemplari, si direbbe, «di quella agiata genìa britannica che infesta il mondo intero col suo eccesso di energia e di modi pacati». Sofisticati, blasé, gelidamente socievoli, puri passatori di tempo, i Cullen sembrano nutrire per se stessi e per ciò che li riguarda una passione debordante. Sul polso, Mrs Cullen regge un falcone incappucciato che ha chiamato Lucy in onore dell'eroina di Walter Scott e Donizetti e al quale vota un intenso amore. Ieratico e solitario, feroce e insieme minato da una brama tormentosa, negli occhi maniacali una fiammella senza luce né calore e che pure sprigiona una irresistibile malìa, il falcone diviene il catalizzatore degli eventi di un pomeriggio brioso che inclina ben presto alla tragedia e alla catastrofe: al termine ogni personaggio dell'esiguo cast apparirà diverso da quello che sembrava, e nulla più, per nessuno, potrà essere come prima. Un interludio in cui la spuma iridescente della conversazione, diradandosi, lascia a poco a poco intravedere il volto ossessivo e oscuro dei personaggi, la pena assillante che essi cercano di alleviare – e verità pacatamente letali che lacerano come colpi di becco. Il falco pellegrino apparve per la prima volta nel 1940.
Altre edizioni
2006, pp. 98
€ 7,00 -5% € 6,65