Roger Martin du Gard

Confessione africana

Roger Martin du Gard

Confessione africana

Traduzione di Ena Marchi
Piccola Biblioteca Adelphi, 289
1992, 4ª ediz., pp. 61
isbn: 9788845909030
Temi: Letteratura francese
€ 6,00 -5% € 5,70
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto

Durante una traversata del Mediterraneo, a bordo di un piroscafo che dall’Africa settentrionale fa rotta verso Marsiglia, due uomini trascorrono sul ponte l’intera notte (una notte, ci dice l’autore, «così tiepida, così leggera, che non avemmo il coraggio di scendere in cabina») parlando del più e del meno: niente farebbe supporre che uno dei due stia per confidare all’altro una vicenda che certo «non mancherà di scandalizzare un certo tipo di persone». L’argomento (che da sempre ha esercitato sugli scrittori un’atterrita seduzione) è senza dubbio scabroso: ma raramente è stato trattato con la perfetta delicatezza, con la sobria linearità di cui dà prova in questo racconto Roger Martin du Gard. Ed è proprio per il tono, quasi sommesso, con cui viene raccontata, che questa storia si impone al lettore ammaliato in tutta la sua terribile forza.
Confessione africana apparve per la prima volta nel 1931.