Aggiungi alla wishlist Aggiungi alla wishlist Aggiungi alla wishlist
Condividi Condividi Condividi

Hermann Broch

I sonnambuli, II

II. 1903 • Esch o l’anarchia

Traduzione di Ada Vigliani
Con due scritti di Elias Canetti

Biblioteca Adelphi, 744
2023, pp. 274
isbn: 9788845937514

€ 20,00  (-5%)  € 19,00
Estratto Estratto Estratto
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
IN COPERTINA
Martin Munkácsi, Carrozza ungherese a quattro cavalli (1928 ca).
estate of martin munkácsi, courtesy howard greenberg gallery, new york
SINOSSI

Dal vero scrittore, ebbe a dire Elias Canetti in un discorso su Hermann Broch tenuto nel 1936, bisogna pretendere «la ferma volontà di dare una visione del suo tempo, una spinta all’universalità che non arretra spaventata di fronte a nessuna incomben­za singola, che non elude, non dimentica, non trascura nulla, e che in nessun caso cerca facili scorciatoie. Broch si è occupa­to più volte e in modo approfondito di questa universalità. Si può dire di più: la sua volontà letteraria si è accesa veramente proprio anelando all’universalità». Per Canetti la trilogia I sonnambuli rappresenta dunque «la realizzazione poetica della sua filosofia della storia, sia pure circoscritta alla propria epoca. La “disgregazione dei valori” vi è raffigurata in personaggi vividi e altamente poetici. Non riusciamo a libe­rarci dalla sensazione che la pienezza, il va­lore e talvolta l’ambiguità di questi perso­naggi si siano affermati nonostante la vo­lontà contraria o comunque con la pudica riluttanza del loro autore». E davvero ha come una concreta, autonoma esistenza il protagonista di questo secondo pannello, il trentenne August Esch, impiegato di com­mercio, lacerato tra «l’integerrima conta­bilità della sua anima» e «la sua peccami­nosa condotta di vita». Una vita inquieta e senza baricentro, tra l’improbabile alter­narsi di mestieri e gli ondivaghi rapporti con le donne, mentre in lui cova una rab­bia impotente tanto contro gli affaristi quanto contro i demagoghi di «un mondo in preda all’anarchia, in cui nessuno sa più se sta a destra o a sinistra, sopra o sotto».

Il secondo pannello del capolavoro di un narratore-pensatore che «è riuscito a discendere sino alle radici dell’amore e dell’angoscia, al fondo dello smarrimento epocale vissuto e patito da ogni individuo» (Claudio Magris).

Volumi dello stesso autore
Hermann Broch

I sonnambuli, I

«Broch ha aperto una nuova strada alla forma romanzesca» (Milan Kundera).
Traduzione di Ada Vigliani
Con un saggio di Milan Kundera
Biblioteca Adelphi, 706
2020 / pp. 230 / € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Biblioteca Adelphi, 706
2020 / pp. 230 / € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni
La storia di un segreto indicibile che affonda nella più oscura zona degli istinti: l’ossessione del piacere e della vendetta.
Traduzione di Ada Vigliani
Piccola Biblioteca Adelphi, 687
2016 / pp. 77 / € 10,00  € 9,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Piccola Biblioteca Adelphi, 687
2016 / pp. 77 / € 10,00  € 9,50
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni
Hofmannsthal è il cardine di questa magistrale opera al tempo stesso critica e narrativa, dove Broch ci conduce lungo traiettorie concentriche nello spazio e nel tempo. Ne risulta il ritratto di un’epoca in cui si sviluppò tumultuosamente «il moderno», e che sembrò culminare nella Vienna dei primi due decenni del Novecento – epoca di immensa ricchezza...
Traduzione di Ada Vigliani
Piccola Biblioteca Adelphi, 603
2010 / pp. 330 / € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Piccola Biblioteca Adelphi, 603
2010 / pp. 330 / € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni