Fino al 31 dicembre spedizione in Italia gratuita per tutti gli acquisti effettuati su Adelphi.it
Constantinos Kavafis

Un’ombra fuggitiva di piacere

Constantinos Kavafis

Un’ombra fuggitiva di piacere

A cura di Guido Ceronetti
Piccola Biblioteca Adelphi
2004, 7ª ediz., pp. 135 , 1 tav. a colori del curatore
isbn: 9788845918766
Temi: Poesia, Letteratura ellenica
€ 12,00 -15% € 10,20
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto

Aveva trent’anni, Guido Ceronetti, quando scoprì Kavafis. Glielo fece amare una ragazza greca che a Torino gli dava lezioni, come lui stesso racconta, nei luoghi più incongrui: vecchi cinema, balere, piccole corti con portinaie sospettose. «Non li vidi più, quei poetici occhi d’isolana... ma i versi del poeta che le sue labbra con reverenza sussurravano mi accompagnano ancora». Oggi finalmente Ceronetti ci consegna la sua versione di trentasette delle centocinquantaquattro poesie che costituiscono l’intera produzione di Kavafis. E se «il vecchio poeta di Alessandria», come lo chiama Durrell, può esserci «guida nel labirinto d’amore», Ceronetti si fa a sua volta guida amorevole, per noi, nel mondo di Kavafis: restituendoci anzitutto in maniera impeccabile l’andamento musicalmente colloquiale della sua lingua, e facendoci penetrare in quel luogo dello spirito dove il poeta evoca scorci abbaglianti della sua città natale, eventi dell’epoca bizantina o ellenistico-romana, corpi di splendidi giovinetti – «marinai, facchini, prostituti da pochi talleri, tutti rimasti nella sua memoria come monarchi e regine orientali, come Dei della Grecia morta». Scopriremo così che i temi e i motivi della poetica di Kavafis – l’incertezza e la difettosità del piacere, l’inafferrabilità della bellezza, il guardarsi invecchiare consapevoli di desiderare ancora – sono, come conclude lo stesso Ceronetti, «bruciori e malinconie poetiche di chiunque abbia sensibilità e mente».