Chiara d’Assisi

Lettere ad Agnese - La visione dello specchio

Chiara d’Assisi

Lettere ad Agnese - La visione dello specchio

A cura di Giovanni Pozzi, Beatrice Rima
Piccola Biblioteca Adelphi, 426
1999, pp. 258
isbn: 9788845914218
Temi: Epistolari, Letteratura italiana, Cristianesimo, Mistici occidentali
€ 12,00 -5% € 11,40
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
Chiara d’Assisi, che fiancheggiò Francesco nel suo itinerario spirituale e ne fu l’erede più autentica, ci ha lasciato alcuni scritti fra i quali emerge un esile epistolario diretto ad Agnese di Praga. Figlia del re di Boemia, Agnese aveva rinunciato, per una vita consacrata, a una serie di nozze regali – e in particolare a quelle con l’imperatore Federico II. Attratta dalla fama di Chiara, scelse la nuova forma di vita istituita da Francesco, ispirata a una povertà radicale.
Pur trattando delle concrete difficoltà che incontrava – anche presso l’autorità papale – l’impostazione francescana di rinuncia a ogni possesso, le lettere di Chiara si elevano al livello di sottili speculazioni contemplative. E ancora: pur obbedendo alle convenzioni del genere epistolare dettate dalla retorica di allora, brillano per l’originalità del loro stile, dove l’artificio non offusca la lucidità del pensiero e non spegne l’empito dei sentimenti.
All’epistolario – una delle rare scritture femminili di quell’età, unico carteggio medioevale fra due donne – segue la Visione dello specchio, singolare racconto d’un sogno della santa, nel quale Francesco, in figura di madre, la nutre al proprio petto, che si trasforma in specchio: soggetto che ha sollevato ultimamente un grande interesse, e che qui viene per la prima volta illuminato nelle sue sottili componenti simboliche e nelle sue ascendenze mistiche e letterarie.