Tim Parks

Lingue di fuoco

Tim Parks

Lingue di fuoco

Traduzione di Rita Baldassarre
Fabula, 85
1995, pp. 158
isbn: 9788845911156
Temi: Letteratura inglese
€ 14,00 -5% € 13,30
Condividi Condividi Condividi
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
Pentecoste, possessione, esorcismo... Nel rivoluzionario Sessantotto, un’ondata di fanatismo religioso infiamma una tranquilla periferia londinese. Battezzati nello Spirito, i fedeli borghesi e benestanti cominciano a esprimersi in altre lingue, a profetizzare, a scacciare demoni. Il pastore e la moglie, dapprima scettici, si rendono conto che i doni divini possono servire a domare Adrian, il figlio ribelle... Raccontato in prima persona dal minore dei due fratelli di Adrian, Lingue di fuoco prende avvio in chiave leggera, ironica, quasi si trattasse di una bonaria farsa domestica. E le prime avvisaglie dell’isterismo settario, scandite dalla voce laconica e lucida del narratore e accostate alle minuzie della vita familiare, risultano più assurde che minacciose. Ma, via via che si procede, l’orizzonte si oscura, la voce narrante si fa tesa, tormentata, e gli eventi precipitano. Con Lingue di fuoco Tim Parks – senza dubbio uno dei più notevoli scrittori inglesi di oggi – è riuscito in un’impresa quanto mai ardua: fissare in immagine la generale turbolenza del Sessantotto, la sua irriducibile mescolanza di politico, religioso, sociale.
Lingue di fuoco è apparso per la prima volta nel 1985.