Ferdinando Tartaglia

Tesi per la fine del problema di Dio

Ferdinando Tartaglia

Tesi per la fine del problema di Dio

Piccola Biblioteca Adelphi, 473
2002, pp. 160
isbn: 9788845916748
Temi: Cristianesimo, Filosofia
€ 8,00 -15% € 6,80
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
Nella Firenze del primo dopoguerra apparve come una meteora la figura di un giovane sacerdote che parlava di religione come nessuno prima: con un rigore, un'esigenza di assoluto, una insofferenza per ogni pensiero tiepido che lasciavano sconcertati e affascinati. Era «l'uomo della novità», come lo chiamò in un memorabile libro di ricordi Giulio Cattaneo. Ma la novità di Tartaglia non significava solo abolizione di tutte le posizioni spirituali, e quindi anche di quelle religiose: comportava la costruzione di una «realtà nuova», il «puro dopo». Non meraviglia che la Chiesa reagisse a tanta audacia, arrivando sino alla scomunica più grave. Quanto a Tartaglia, dopo alcuni scritti folgoranti usciti tra gli anni Quaranta e Cinquanta, si chiuse in un silenzio che non ruppe sino alla morte, avvenuta nel 1988. È oggi il momento di riscoprire, muovendo da queste fondamentali Tesi, la sua esperienza religiosa, forse la più radicale, paradossale e inquietante del Novecento italiano. Ferdinando Tartaglia (1916-1988) pubblicò le Tesi per la fine del problema di Dio nel 1949. Le riproponiamo qui accompagnate da un illuminante saggio di Sergio Quinzio, apparso nel 1973, e da una breve nota biografica di Germaine Mühlethaler Tartaglia.