Pietro Citati

La primavera di Cosroe

Pietro Citati

La primavera di Cosroe

Venti secoli di civiltà iranica
gli Adelphi, 280
2006, pp. 164
isbn: 9788845920370
Temi: Letteratura italiana, Ritratti, Mitologie, Storia antica
€ 9,00 · Temporaneamente non disponibile
Wishlist Wishlist Wishlist
Risvolto

«La primavera di Cosroe» era un grandissimo e meraviglioso tappeto, ricamato di smeraldi, che il re persiano Cosroe II faceva distendere nella sala della sua reggia, per ricordare le gioie della primavera quando le nevi e le noie dell’inverno lo stringevano da ogni parte. Anche questo libro è un tappeto, tessuto di parole invece che di pietre preziose. L’artigiano che l’ha composto racconta la costruzione della città di Persepoli, le misteriose preghiere sussurrate nei templi del fuoco, il viaggio delle anime negli spazi ultraterreni, storie di re luminosi e nascosti, di re benigni e crudeli, la vocazione di Maometto, la vita di un mistico che inseguì la morte per amore di Dio, il viaggio di una folla di uccelli alla ricerca del loro re, il destino di un principe che si perse nella remota e mortale città di rame... Questo libro parla a ognuno di noi di ciascuno di noi: racconta la passione del potere che divora la nostra anima, l’ignoto desiderio che ci spinge oltre noi stessi, il mare di luce nel quale vorremmo abitare, il gioco di colori tra i quali talora la fantasia si perde. Insieme romanzo, saggio letterario, libro di storia, raccolta di immagini figurative, viaggio nella foresta dei simboli, La primavera di Cosroe suscita nella nostra mente il desiderio di rivolgergli sempre nuove domande.