Adam Phillips

Monogamia

Adam Phillips

Monogamia

Traduzione di Giulia Arborio Mella, Matteo Codignola
Piccola Biblioteca Adelphi
1997, 2ª ediz., pp. 134
isbn: 9788845912986
Temi: Critica della cultura, Psicologia / Psicoanalisi / Psichiatria, Aforismi e frammenti
€ 10,00 -15% € 8,50
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
Dopo aver scritto in passato sul bacio, il flirt e il solletico, argomenti spesso trascurati, Adam Phillips compie stavolta una folgorante irruzione sulla scena del delitto più consumato: il tradimento. E imposta la sua ricerca come un’istruttoria irrituale e beffarda – in cui subito ci ritroviamo, con un certo dispetto, indagati. A partire da intuizioni non certo marginali («In due si sta insieme, ma per fare una coppia bisogna essere in tre»), Phillips dimostra infatti come, nella vita a due, uno sconcertante bisogno di essere traditi accomuni vittima e colpevole; e in tal modo smantella a uno a uno i nostri alibi, fino a trasformare l’ingombrante edificio della coppia in una galleria di specchi («Il climax della monogamia è la separazione. Il climax dell’infedeltà è la monogamia») dove nulla è più quel che sembra.
Così, di volta in volta depistandoci, irritandoci, mettendoci con le spalle al muro, Phillips ci costringe ad affrontare, sulla scorta delle sue provocatorie indicazioni, gli enigmatici moventi del nostro personale sentimento dello scandalo, nonché quanto di paradossale si cela nei nostri commerci con l’altro. E alla fine questo volume offrirà al lettore un incontro fra i più inattesi: quello con uno psicologo generosamente provvisto di humour.
Monogamia è stato pubblicato per la prima volta nel 1996.