Carlo Michelstaedter

La persuasione e la rettorica - Appendici critiche

Carlo Michelstaedter

La persuasione e la rettorica - Appendici critiche

A cura di Sergio Campailla
Opere di Carlo Michelstaedter, 3
1995, pp. XVII-387
isbn: 9788845911187
Temi: Filosofia
€ 40,00 -5% € 38,00
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
Morto suicida a ventitré anni, nel 1910, Michelstaedter aveva concentrato il suo genio precoce su un’opera, La persuasione e la rettorica, che, nata come tesi di laurea su questi concetti in Platone e Aristotele, si era poi trasformata in un testo formalmente inclassificabile, dove i due termini del titolo assumono significati del tutto peculiari. «Persuasione» è il tentativo, sempre vanificato dalla manchevolezza irriducibile della vita, di giungere al possesso di se stessi, «rettorica» l’apparato di parole, di gesti, di istituzioni, con cui viene occultata l’impossibilità di giungere alla «persuasione». Opera sconveniente e abbagliante, destinata a una commissione di professori e in realtà protesa a scavalcare il muro della propria epoca, la Persuasione è certo uno dei testi decisivi del pensiero italiano del Novecento. E si può dire che l’interesse nei suoi confronti non abbia fatto che crescere, con un’impennata negli ultimi anni, in cui si è assistito alla scoperta di Michelstaedter in molti Paesi che finora lo ignoravano. Mancava tuttavia un’edizione filologicamente fondata che riunisse la Persuasione e le sue importantissime e ardue Appendici critiche – edizione che ora dobbiamo alle cure di Sergio Campailla.