Benedetto Croce

La Poesia

Benedetto Croce

La Poesia

A cura di Giuseppe Galasso
Biblioteca Adelphi, 285
1994, pp. 415
isbn: 9788845910470
Temi: Critica e storia letteraria, Filosofia
€ 23,00 -5% € 21,85
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
A distanza di più di trent’anni dall’Estetica, che ebbe immensa risonanza e influenza, ma che naturalmente sollevò anche obiezioni di ogni genere, Croce volle tornare, nel 1934, sui grandi temi di quel libro, precisando tutti i punti delicati della sua teoria – e al tempo stesso, talvolta, sottoponendoli a sottili mutazioni. Il risultato fu La Poesia, che, se ha avuto minore fortuna dell’Estetica, può essere considerata l’opera più matura e complessa di Croce nell’ambito estetico – e quasi il compendio di una vita di riflessioni sulla volatile essenza della letteratura.
Anche la forma di questo libro è singolare: Croce ha voluto creare un contrasto fra la generalità massima (le considerazioni sul «regno della Bellezza» e sui suoi caratteri, che formano la prima parte) e l’imprescindibile dettaglio (le preziose Postille che formano la seconda parte, e che Croce presentava «come una conversazione che segue alla tensione del discorso dottrinale»). Formula affascinante, che permette al lettore di muoversi continuamente fra l’astratto e lo specifico e di verificare a una a una le tesi esposte.
Elaborata fra il 1934 e il 1935, La Poesia apparve in volume nel 1936.