Frank Wedekind

Mine-Haha

Frank Wedekind

Mine-Haha

ovvero Dell’educazione fisica delle fanciulle
Traduzione di Vittoria Rovelli Ruberl
gli Adelphi, 278
2005, pp. 124
isbn: 9788845920400
Temi: Letteratura mitteleuropea
€ 8,00 -20% € 6,40
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto
In un grande parco, disseminato di case basse coperte di rampicanti, centinaia di fanciulle vengono educate a sentire il proprio corpo, a farne uno strumento di assoluta, armoniosa eccellenza. Il mondo esterno non ha alcun contatto diretto con questo parco, ma lo finanzia, in attesa di accogliere le fanciulle che vi sono ospitate.
Perché?
Misterioso e trasparente come il suo titolo – un nome indiano di ragazza, che significa «acqua ridente» –, Mine-Haha è il racconto più perfetto di Wedekind e insieme l’unica opera dove tutti i suoi fantasmi convulsi e invadenti sembrano essersi congiunti e trasformati in un cristallo dalla luce pacata e uniforme.
Altre edizioni