Douglas R. Hofstadter

Gödel, Escher, Bach: un’Eterna Ghirlanda Brillante

Douglas R. Hofstadter

Gödel, Escher, Bach: un’Eterna Ghirlanda Brillante

Una fuga metaforica su menti e macchine nello spirito di Lewis Carroll
Traduzione di Barbara Veit, Giuseppe Longo, Giuseppe Trautteur, Settimo Termini, Bruno Garofalo
gli Adelphi
1990, 17ª ediz., pp. XXVII-852 , 154 ill.
isbn: 9788845907555
Temi: Arte, Matematica, Scienze cognitive, Musica, Giochi
€ 20,00 -25% € 15,00
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto

Il libro che ha svelato a una immensa quantità di lettori, in tutto il mondo, gli incanti e le trappole di un’Eterna Ghirlanda Brillante i cui fili si chiamano intelligenza artificiale, macchina di Turing, teorema di Gödel. Una «fuga metaforica» nel variegato mondo che si dispiega fra la mente, il cervello e i computer.


«Ogni due o tre decenni un autore ignoto produce un libro di tale profondità, chiarezza, vastità, acume, bellezza e originalità che subito esso viene riconosciuto come un avvenimento di prima importanza: Gödel, Escher, Bach è un’opera di tal genere… La struttura di questo libro è satura di complicato contrappunto non meno di una composizione di Bach o dell’Ulisse di Joyce»

MARTIN GARDNER, «Scientific American»

Altre edizioni
1984, pp. XXVII-852