IN COPERTINA
Anne-­Louis Girodet de Roussy, detto Girodet ­Trioson, Studio di panneggio per «Scena di diluvio» (1806). Musée d’arts de Nantes, Nantes.
© musée d’arts de nantes. photo: cécile clos
SINOSSI

Sebald si è spesso presentato ai lettori nei panni del viandante saturnino, sulle trac­ce degli autori prediletti oppure intento a ricostruire le traiettorie di esistenze erra­bonde e sradicate, attraverso paesaggi sem­pre vividamente descritti, si tratti del Suf­folk o di una città italiana. In realtà è stato soprattutto un viaggiatore nel tempo, perché «occuparsi del passato ... è ciò che fanta­smi e scrittori hanno in comune»: e se la Storia obbedisce a leggi imperscrutabili, resta quanto meno la possibilità di coglie­re, vagabondando in libertà attraverso il passato, barbagli di una verità che ci sareb­be altrimenti negata. Accade quando Sebald, in Corsica, scopre il tenace rappor­to - perturbante per noi che tendiamo a sbarazzarci della memoria come di una zavorra - che lì da sempre si intrattiene con i morti, e in particolare la sorprenden­te figura dell’acciatore, vero ponte fra la vita e l’aldilà. O quando la cronaca – fissata nei Diari – del viaggio da Praga a Parigi com­piuto da Kafka nel 1911 insieme a Max Brod gli si rivela misteriosamente un river­bero dei suoi stessi ricordi, al punto che le varie tappe gli sono «più familiari di quan­to lo sia mai divenuto in seguito qualsiasi altro luogo». O, ancora, quando grazie a Nabokov, incarnazione del senso più verti­ginoso dell’esilio, comprende che «se vo­gliamo annullare il tempo possiamo riu­scirci solo a patto di rievocare minuziosa­mente gli oggetti da un pezzo caduti nel­l’oblio». Laddove, come in queste pagine, l’impresa abbia successo, si attinge infatti «un regno luminoso, appena soffuso di un alito surreale come lo sono tutti i prodigi, e ci si ritrova, per così dire, sulla soglia del­la rivelazione di una verità assoluta».

Volumi dello stesso autore
W.G. Sebald

Moments musicaux

L’origine della musicalità che tutti av­ver­tono in Sebald colta nelle tracce auto­biografiche di questa piccola raccolta di prose e di versi: un’infanzia nella Ger­mania postbellica, una giovi­nezza in cui vanno gemmando temi e Leitmotiv di un’in­tera opera.
Traduzione di Ada Vigliani
Biblioteca minima, 56
2013 / pp. 64 / € 7,00  € 6,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Biblioteca minima, 56
2013 / pp. 64 / € 7,00  € 6,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni
Su Gottfried Keller, Johann Peter Hebel, Robert Walser e altri
Traduzione di Ada Vigliani
Biblioteca Adelphi, 596
2012 / pp. 155 / € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Biblioteca Adelphi, 596
2012 / pp. 155 / € 18,00  € 17,10
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni
W.G. Sebald

Le Alpi nel mare

In quattro schegge di prosa, una Corsica di luce e fantasmi, di natura e mito, che nessuno ha mai visto. L’ultimo e incompiuto vagabondaggio di Sebald.
Traduzione di Ada Vigliani
Biblioteca minima, 46
2011 / pp. 73 / € 7,00  € 6,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Biblioteca minima, 46
2011 / pp. 73 / € 7,00  € 6,65
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni
W.G. Sebald

Gli anelli di Saturno

Un pellegrinaggio in Inghilterra
Traduzione di Ada Vigliani
Fabula, 227
2010 / pp. 307 / € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Fabula, 227
2010 / pp. 307 / € 20,00  € 19,00
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Altre edizioni