Robert Hughes

La cultura del piagnisteo

Robert Hughes

La cultura del piagnisteo

La saga del politicamente corretto
Traduzione di Marina Antonelli
gli Adelphi
2003, 2ª ediz., pp. 242
isbn: 9788845917851
Temi: Critica della cultura, Libelli, Sociologia
€ 11,00 -15% € 9,35
Wishlist Wishlist Wishlist
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello
Risvolto

«La cultura del piagnisteo è il cadavere del liberalismo degli anni Sessanta, è il frutto dell’ossessione per i diritti civili e dell’esaltazione vittimistica delle minoranze. Ma, a ben guardare, le origini di questa cultura sono più antiche. L’America è una nazione fondata sull’emigrazione e da sempre i diversi gruppi di emigranti sono entrati in collisione tra loro ... Nel contempo però questi emigranti volevano costruire una società utopica, parlavano di missione, pensavano a un nuovo mondo che doveva convertire l’Europa degenerata». Della voga del politicamente corretto non poteva esserci miglior evocatore, narratore e interprete di Robert Hughes, polemista formidabile e testimone lucidissimo. Dietro l’occasione, che appartiene ormai alla storia – spesso esilarante – del costume quotidiano, Hughes lascia intravedere una prospettiva non lieta su ciò che la cultura in genere cerca di diventare nel prossimo futuro.

Altre edizioni
1994, pp. 242
€ 18,00 -15% € 15,30
2013, pp. 242
€ 5,99